🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Maria | ActionAid

Maria

“Poter vedere Sally e il suo sorriso dal vivo mi ha regalato un’emozione che tutti dovrebbero provare”.

Il viaggio di Maria


“Poter vedere Sally e il suo sorriso dal vivo mi ha regalato un’emozione che tutti dovrebbero provare, perché non ha prezzo ed è inspiegabile a parole”.

È così che Maria, sostenitrice di ActionAid da dieci anni, racconta il momento in cui ha incontrato di persona Sally, la sua bambina adottata a distanza, dopo un lunghissimo viaggio che l’ha vista spostarsi da Napoli al distretto di Bombali, nel nord della Sierra Leone.

Sì, perché sostenere un bambino a distanza significa intraprendere un viaggio attraverso la propria umanità fino a rendere il mondo un po’ più bello, più giusto, più umano. Ma, per chi lo desidera, può trasformarsi anche in un viaggio vero, dalla propria città in Italia fino agli angoli più remoti del mondo, per conoscere da vicino la realtà che si contribuisce a migliorare e, soprattutto, per incontrare quei sorrisi che ogni giorno guardiamo nelle foto sui nostri frigoriferi.

Attraverso il sostegno a distanza si possono aiutare tanti bambini, le loro famiglie e le comunità in cui vivono a uscire da una condizione di povertà estrema, violenza e discriminazione. Tutto ciò restando sempre al fianco dei bambini che avremo scelto di sostenere durante il loro percorso di crescita, grazie ai continui aggiornamenti che arriveranno dal loro paese - disegni, lettere e fotografie. Ma l’adozione a distanza è molto più di questo e i nostri sostenitori lo sanno bene. Qualunque siano le ragioni, le speranze e i sogni che si nascondono dietro un gesto tanto ricco di significato, ciò che se ne ricava sono sempre emozioni incredibili. Dall’attesa dei disegni e dei messaggi alla gioia di ricevere una foto di quei bimbi lontani a cui ogni giorno il nostro aiuto regala un ventaglio di nuove possibilità.
Maria ha fatto le valigie per sé e per la sua famiglia e, insieme ai due figli e a suo marito, è partita per la Sierra Leone, dove ad attenderla c’era Sally, la sua bambina adottata a distanza.

“Fare la mamma è dura, ma il sorriso dei miei bambini mi ripaga di tutte le fatiche fatte ogni giorno. È per poter regalare lo stesso sorriso a chi è meno fortunato di loro che ho deciso di adottare a distanza Sally, una bimba della Sierra Leone. Sostenendo lei, sostengo tutta la sua comunità e, appendendo sul frigo le foto che ricevo, posso condividere questa emozione con tutta la mia famiglia, soprattutto i miei figli, e ricordarmi ogni giorno che il mio piccolo aiuto può valere tantissimo lontano da qui.”

Con questi pensieri nel cuore e con una buona dose di coraggio, Maria arriva a Bombali, nel nord della Sierra Leone, accompagnata da noi di ActionAid. Ad aspettarla c’è tutto il villaggio di Sally, che al suo arrivo si anima con musica e balli, trasportando la nostra sostenitrice in una cultura che fino a quel momento aveva solo potuto immaginare.

Maria_Story_2_750

Sally è piccola - ha solo 4 anni – e nei suoi occhi scuri c’è quella timidezza tipica di molti bimbi della sua età. Ciononostante, l’incontro con Maria è carico di emozione: si vedono dissolversi le barriere culturali, i limiti linguistici e l’agitazione che precede ogni evento importante.

Maria_Story_750

“Toccarle le mani, abbracciarla, guardarla negli occhi è stata davvero un’esperienza unica e irripetibile”.

La Sierra Leone, però, non è tutta musica e sorrisi: i problemi sono ancora tanti e consistenti. Nella zona di Bombali, grazie all’aiuto dei sostenitori, ActionAid sta facendo molto. Lavoriamo con le organizzazioni locali per i diritti delle donne e dell’infanzia e per liberare le comunità dalla morsa della fame e della povertà estrema. Cerchiamo di incentivare la frequenza scolastica attraverso la creazione di gruppi di discussione tra insegnanti e genitori, formando gli insegnanti e costruendo nuove strutture scolastiche per migliorare la qualità dell’insegnamento e supportare le esigenze di ragazzi e bambini. Sosteniamo economicamente le famiglie più povere per mettere un freno al lavoro minorile e ridurre il tasso di abbandoni scolastici. Inoltre, interveniamo sulla situazione igienico-sanitaria delle comunità, sul sistema di irrigazione e sulla produttività dei terreni agricoli, principale fonte di reddito delle famiglie della zona.

Maria ha avuto la possibilità di vedere quali sono i risultati del lavoro di ActionAid nel villaggio di Sally, un altro modo per avvicinare la sua realtà quotidiana a quella di un paese come la Sierra Leone, spesso dimenticato. Questa esperienza le è servita per sentire ulteriormente vicina non solo Sally, alla quale l’adozione a distanza la aveva già avvicinata con il cuore, ma tutto il villaggio di Bombali, quel luogo distante così tanti chilometri che le era sempre sembrato quasi inventato. Adottando un bambino, infine, regaliamo sorrisi, costruiamo un futuro, abbattiamo i confini e ci rendiamo più umani.

“Anche i miei figli conserveranno per sempre questo ricordo significativo che li accompagnerà e arricchirà anche quando saranno adulti”.

Condividi sui social:

  • Segui il cambiamento
    Lasciaci la tua email