🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Alessandra | ActionAid

Alessandra

Sono stata accolta in un Centro Antiviolenza e la mia vita è cambiata.

ALESSANDRA - 31 anni

Il mio nome era Alessandra e non avevo nessuno nella mia vita. Tranne un marito che mi picchiava, botte, schiaffi e la paura di non sopravvivere alla fine di ogni singolo giorno della mia vita.

Poi ho avuto qualcuno: la mia piccola Sara, una bambina che cresceva dentro di me. Quando è nata lei è nata anche la forza per dire basta. Così sono scappata, con tutte le mie energie e sono stata accolta in un Centro Antiviolenza che lui non avrebbe mai potuto trovare.

Sono arrivata con la mia piccola di soli 25 giorni, non avevo nulla e ho dovuto lasciare anche il nome: ora non mi chiamo più Alessandra e la mia vita è cambiata. E sono felice perché oggi ho tanto, tutte le persone che mi stanno aiutando qui – anche con il corredino e il latte - la mia Sara e un futuro per noi due. Non posso immaginare cosa ci potrebbe accadere se il Centro Antiviolenza che adesso chiamiamo casa dovesse chiudere.

Tornerò a essere Alessandra, la moglie picchiata? E ora a me si aggiungerebbe anche mia figlia? Il Centro Antiviolenza è tutto per noi in questo momento. Chiuderlo significherebbe tornare a non avere più nulla.

Condividi sui social:

  • Segui il cambiamento
    Lasciaci la tua email